top of page

Quali tipi di testamento esistono?

Aggiornamento: 21 lug 2023

Il testamento pubblico (cfr. art. 499 CC) non viene redatto a mano dal testatore, bensì stilato con l’assistenza di un notaio o di un altro pubblico ufficiale. Alla fine il documento è autenticato dal notaio e da due testimoni, che non devono essere parenti del testatore né essere menzionati nel testamento.

Con la propria firma, i testimoni confermano che il testatore era capace di discernimento all’atto della stesura del documento; non è necessario che siano messi a conoscenza del contenuto del testamento.

Una volta stilato, il testamento pubblico va deposto in custodia presso l’ufficio pubblico competente, ad es. l’ufficio successioni o un notaio.

Il testamento olografo (cfr. art. 505 CC) deve essere scritto a mano dal principio alla fine dal testatore stesso e riportare in calce data e firma.

Verificate con attenzione quanto avete scritto, per evitare fraintendimenti. Nel peggiore dei casi, una formulazione poco chiara può dare luogo a una controversia tra gli eredi. Formulazioni come «Mia nipote Anna dovrà ottenere la casa» si prestano alle più svariate interpretazioni: Anna otterrà la casa, ma a quali condizioni? Dovrà versare un corrispettivo agli altri eredi?

La cosa migliore per evitare simili inconvenienti è far controllare il testamento da un notaio, un avvocato o un altro esperto del ramo.

A seconda della situazione personale, può essere opportuno accludere al testamento un certificato medico da cui risulti la propria capacità di discernimento. In questo modo, ad es. se ci si trova allo stadio iniziale di una demenza, si evita il rischio che il testamento venga dichiarato nullo a causa della malattia.

In linea di principio, potete decidere liberamente dove conservare il vostro testamento. Il documento però deve risultare facilmente reperibile da chi di dovere dopo la vostra scomparsa, altrimenti rischiate che le vostre volontà non siano attuate.

Anche un testamento olografo può essere dato in custodia all’ufficio competente, ma non ci sono vincoli al riguardo: potete decidere di affidarlo a una persona di fiducia, come il vostro notaio o il vostro avvocato, oppure alla vostra banca.



testamento olografo


16 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page