top of page

Il sistema dei tre pilastri

Aggiornamento: 21 lug 2023

Il primo pilastro: assicurazione AVS

L’assicurazione di base AVS ovvero il primo pilastro è l’assicurazione di base che è gestita dallo Confederazione..

Normalmente in Svizzera si va in pensione a 65 anni nel caso degli uomini e a 64 anni per le donne che hanno accumulato almeno 44 anni di contributi.

Chi vuole può anticipare il pensionamento di 1-2 anni e scegliere una rendita pensionistica ridotta.

Al contrario, chi vuole attendere ad andare in pensione, otterràun supplemento.

La rendita della pensione dipende dagli anni versati, dal reddito e da eventuali accrediti per compiti educativi e assistenziali.

Ha diritto a questa pensione chi ha lavorato in Svizzera almeno 12 mesi.

Il secondo pilastro: LPP

Quando andrà in pensione, riceverà una pensione di vecchiaia dal secondo pilastro. In alternativa, è anche possibile farsi versare parte o tutto il capitale, a seconda del regolamento della cassa pensione. Se l’assicurato va in pensione anticipata, riceverà una rendita inferiore. Se il pensionato ha figli di età inferiore a 19 anni o ancora in formazione e di età inferiore ai 26 anni, percepirà una rendita per figli di pensionato pari al 20 per cento della rendita di vecchiaia minima legale ai sensi della LPP.

Invalidità / incapacità di guadagno

L’incapacità di guadagno può colpire chiunque: può essere dovuta a una malattia fisica o mentale o, più raramente, a un infortunio. Può essere temporanea o permanente e anche un’incapacità parziale. Se la persona assicurata è invalida almeno al 40 per cento ai sensi dell’assicurazione federale per l’invalidità, riceverà una rendita di invalidità LPP corrispondente.

Caso di decesso

In caso di decesso dell’assicurato, il coniuge superstite o partner registrato percepisce una rendita. Tuttavia, ciò avverrà solo se le condizioni legali sono soddisfatte: deve essere responsabile del mantenimento di un figlio o avere più di 45 anni e il matrimonio deve essere durato almeno cinque anni. I figli dell’assicurato defunto hanno diritto a una rendita per orfani fino al compimento dei 18 anni o fino al completamento degli studi, ma non oltre i 25 anni.

Quando può essere versato l’avere previdenziale? I Suoi dipendenti versano contributi nel secondo pilastro sin da quando compiono 25 anni. Ma in quali circostanze è possibile prelevare il denaro dalla previdenza professionale (LPP)? Fornisca informazioni corrette. Pensionamento di vecchiaia

Al pensionamento si riceve una rendita o è possibile prelevare il capitale di vecchiaia . Spesso è possibile prelevare la rendita o il capitale già a 58 anni o al più tardi a 70 anni. Tuttavia, la pensione sarà ridotta o aumentata di conseguenza. Anziché la rendita, al momento del pensionamento i pensionati possono ricevere anche almeno un quarto dell’avere di vecchiaia LPP versato. A seconda del regolamento della cassa pensione, è possibile anche un prelevamento in capitale fino al 100 per cento.

Acquisto di una proprietà abitativa

Vuoi comprare una casa o un appartamento? In questo caso puoi attingere al tuo saldo LPP.

Puoi ritirarlo o costituirlo in pegno. Dovresti tuttavia considerare in che modo la riduzione dell’avere previdenziale influirà sulla sua pensione di vecchiaia ed eventualmente anche sulle prestazioni di rischio.

Avvio di un’attività indipendente

Il Suo collega vuole mettersi in proprio? In tal caso può richiedere un pagamento in contanti quando intraprende un lavoro autonomo. Dovrebbe ricordare che questo probabilmente si tradurrà in una sensibile lacuna previdenziale. Gli consigli quindi di richiedere la consulenza di un’esperta finanziaria e di trovare una buona soluzione per il pilastro 3a.

Partenza per l’estero



Una Sua dipendente sta pensando di emigrare? In questo caso può farsi pagare il suo avere di previdenza. Tuttavia, per poterlo fare deve allontanarsi un bel po’: i paesi dell’UE e dell’EFTA sono esclusi dal regolamento. Se arriva solo fino in Germania, di solito può prelevare solo la parte non obbligatoria dell’avere di vecchiaia. L’avere di vecchiaia LPP obbligatorio rimane depositato in un conto di libero passaggio in Svizzera e viene successivamente versato come avere previdenziale.

Il terzo pilastro: pensione privata

Il terzo pilastro è la pensione privata. Si può accedere a questa forma pensionistica stipulando un’assicurazione sulla vita. L’assicurato quindi paga mensilmente un premio per un periodo concordato di tempo, al termine del quale smetterà di versare e incasserà una rendita mensile. Gli importi erogati e la possibilità di avere la pensione anche se ci si trasferisce in Italia vanno tuttavia stabiliti in via preliminare.

Accredito pensione Svizzera in Italia: come riscuoterla?

Chi matura l’età della pensione ma sceglie di non restare in Svizzera, in particolare quei cittadini immigrati che scelgono di tornare nel loro paese di provenienza, riceve la rendita svizzera, in un importo che è comm


isurato agli anni contributivi, se ha lavorato in Svizzera per almeno 12 mesi. Ciò vale per i cittadini dell’Unione Europea, come pure per i frontalieri.

Chi lascia la Svizzera al raggiungimento della pensione, è tenuto a comunicarlo alla cassa di competenza. L’AVS provvede poi a erogare la pensione nella valuta del paese di destinazione, nel caso dell’Italia dunque la pensione sarà erogata in euro. Andare via dalla Svizzera prima del raggiungimento della pensione dà diritto a smettere di versare i contributi AVS. Per quel che riguarda il secondo pilastro è possibile chiedere la liquidazione del dovuto al momento di lasciare la Svizzera anche se non è stata raggiunta l’età pensionabile.

Chi ha lavorato sia in Svizzera sia in Italia si troverà a percepire due pensioni, ognuna commisurata ai contributi versati in ciascun paese. In questi casi il lavoratore somma i contributi versati in entrambi gli stati per raggiungere l’età della pensione. Tuttavia deve aver versato almeno 12 mesi di contributi in Svizzera. I contributi versati in Svizzera sono figurativi. A determinare la rendita da pensione contribuiscono infatti solo i contributi effettivamente versati in Italia. Infine, un ultimo dettaglio: in Svizzera non è prevista la liquidazione al raggiungimento della pensione.

Accredito pensione di invalidità Svizzera

Chi è titolare di una pensione di invalidità in Svizzera mantiene il diritto a riscuoterla anche in Italia e nei paesi UE. Ciò non esclude che gli enti svizzeri possano eseguire controlli per effettuare una revisione della r


endita. La visita medica può essere eseguita nel paese di residenza, eccezionalmente in Svizzera.

Accredito pensione Svizzera in Italia: le tasse

Chi torna in Italia dopo aver lavorato in Svizzera percependo un reddito di pensione, paga le tasse o in Svizzera o in Italia a seconda dei casi. In virtù dell’accordo tra Svizzera e Italia, non è prevista la doppia tassazione, dunque un cittadino paga le imposte solo in uno dei due paesi. Ne


llo specifico, chi percepisce pensioni di base, quelle del primo pilastro o AVS, non deve dichiararle in Italia in quanto sono già soggette a ritenuta di imposta in Svizzera. Discorso diverso per chi percepisce le pensioni da secondo e terzo pilastro. Chi percepisce rendite da pensione da secondo pilastro dovrà invece pagare le tasse in Italia. In questi casi si applica una tassazione del 5%. Infine, le pensioni private da terzo settore sono tassate in Italia.

Pensione svizzera con 10 anni di contributi

Anche in caso si fosse lavorato come frontaliere o meno in Svizzera per un periodo di soli 10 anni, avrete diritto a ricevere la vostra pensione sempre commisurata al reddito lordo annuo, al periodo e alla vostra situazione familiare.

Per agevolare l’avente diritto alla pensione, l’Ufficio Centrale di Compensazione mette a disposizione una sezione, nel loro sito web, per simulare la stima di una rendita online (Escal). Si ha diritto a una pensione se si può dimostrare di aver lavorato in Svizzera almeno un anno.

Questo ufficio è l’organo centrale di esecuzione della Confederazione nel settore delle assicurazioni sociali del 1° pilastro e include:




  • l’assicurazione per la vecchiaia e per i superstiti

  • l’assicurazione per invalidità

  • l’indennità per perdita di guadagno.


Proprio per il fatto che calcolare una pensione coinvolge tutta una serie di fattori, è sempre meglio avvalersi di consulenti esperti nel settore che sappiano indicare i documenti necessari per ottenere tutto ciò a cui si ha diritto. I consulenti sapranno anche indicare i tempi in cui fare domanda e come ottenere in Italia la pensione svizzera sei hai versato più o meno di 10 anni di contributi e se dovrà essere soggetta a tassazione o meno.

Prismo Pilastro, secondo pilastro, terzo pilastro, lpp, avs

11 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page